BENISTRUMENTALI

NUOVA SABATINI

Autocarri aziendali come beni strumentali: le agevolazioni

Reading Time: 3 minutes

I mezzi aziendali possono essere considerati spesso come beni strumentali, in misura parziale o totale (beni esclusivamente parziali). Stiamo parlando in maniera principale di quelli che le aziende devono utilizzare quotidianamente per svolgere la loro attività in vari settori.

 

Per tali veicoli il fisco offre diverse agevolazioni, tra cui una deduzione totale nel caso di mezzi utilizzati unicamente come beni strumentali aziendali. Si parla di Autocarri Fiscali quando ci si trova di fronte a veicoli furgonati che permettono il trasporto di quattro o più persone, entro certi limiti specifici di potenza.

 

I mezzi che invece eccedono questi limiti sono classificati come Falsi Autocarri e non possono beneficiare pienamente delle agevolazioni fiscali. 

Veicoli strumentali aziendali: le varie tipologie

I veicoli aziendali possono essere classificati in diverse categorie, ognuna delle quali comporta differenti agevolazioni fiscali. Consideriamo innanzitutto la principale distinzione, legata all’uso:

 

  • Veicoli esclusivamente strumentali: sono utilizzati unicamente per l’attività aziendale e devono rispettare determinate caratteristiche. Esempi includono: 

– i veicoli ad uso pubblico;

– quelli impiegati interamente per l’azienda;

– quelli che per loro natura sono considerati beni strumentali.

  • Veicoli parzialmente strumentali: sono impiegati non solo per l’attività aziendale, ma anche per altro. Questa categoria comprende autoveicoli, autocaravan, ciclomotori e motocicli.

 

Come è facilmente intuibile, chi utilizza veicoli della prima categoria può beneficiare delle agevolazioni fiscali più favorevoli, ovvero di una deduzione completa. Per la seconda categoria, invece, i benefici sono limitati e variano in termini percentuali.

 

Dal punto di vista delle agevolazioni fiscali, è quindi vantaggioso per le imprese possedere veicoli esclusivamente strumentali per poter accedere alla deduzione totale. 

 

Nel dettaglio, esaminiamo come vengono applicate le detrazioni fiscali per quei veicoli che sono utilizzati solo in parte per fini aziendali, ossia parzialmente strumentali:

 

  • Detrazione del 20% per autovetture e camper impiegati nell’esercizio di arti o professioni.
  • Detrazione dell’80% per veicoli utilizzati da agenzie o agenti di commercio.

 

È anche importante sottolineare che non tutte le agevolazioni fiscali sono accessibili per tutti i veicoli posseduti dall’azienda. Per le attività individuali, questa detrazione si applica solo a un veicolo, mentre per le società, riguarda un veicolo per ogni socio.

I veicoli aziendali per uso esclusivamente strumentale

Per ottenere maggiori agevolazioni fiscali, le aziende spesso dichiarano che un veicolo è utilizzato esclusivamente per scopi aziendali o che è intrinsecamente strumentale. In questo modo, si aggirano frequentemente le normative fiscali per beneficiare della deduzione completa.

 

In pratica, si registrano veicoli come autocarri, anche se in realtà sono autovetture. Quindi per soddisfare il criterio di “strumentale per natura” e ottenere così i vantaggi fiscali più elevati.

 

Questi veicoli, utilizzati per il trasporto di persone, vengono però immatricolati come Autocarri Fiscali per poter beneficiare delle deduzioni.

 

Per contrastare questo abuso, sono state introdotte norme specifiche con l’obiettivo di applicare i limiti previsti per i veicoli parzialmente strumentali anche in questi casi.

 

Si distingue quindi tra Autocarro Fiscale, quando effettivamente è possibile ottenere una deduzione completa, e Falso Autocarro, quando questo non sarebbe consentito.

Come individuare un falso autocarro

Per contrastare le irregolarità, sono state introdotte normative specifiche per determinare la categoria effettiva dei veicoli utilizzati dalle aziende. Si distingue tra veicoli destinati al trasporto di persone e quelli dedicati alle attività aziendali.

 

Le informazioni necessarie per questa distinzione si trovano nel Libretto di Circolazione, rendendo la verifica piuttosto semplice. Se i dati mostrano che il veicolo è destinato al trasporto di persone, secondo la categoria N1 e il codice carrozzeria F0 con 4 o più posti, è necessario un ulteriore controllo.

 

Questo controllo riguarda la potenza del veicolo, per la quale esiste un limite preciso per essere classificato come Autocarro Fiscale. 

 

Un Falso Autocarro ha un rapporto tra potenza e portata uguale o superiore a 180, mentre un veicolo che può beneficiare della deducibilità completa ha un rapporto inferiore. Questi dati sono facilmente reperibili nel Libretto di Circolazione.

 

Dichiarare falsamente un autocarro per ottenere agevolazioni fiscali complete comporta dei rischi. Questa pratica comporta sanzioni pecuniarie e altre conseguenze più gravi.

 

Secondo l’articolo 82, comma 8, del Codice della Strada, la multa varia da 87 a 344 euro.

 

In alcuni casi, si può incorrere anche nella sospensione della carta di circolazione, una conseguenza particolarmente onerosa per professionisti e imprenditori.

Veicoli aziendali come beni strumentali: gli usi

Una distinzione da fare riguarda l’uso proprio del veicolo rispetto all’uso terzi

 

L’uso proprio si riferisce a un mezzo impiegato privatamente per trasportare beni personali, come ad esempio una barca. In questo contesto, l’uso è personale poiché il veicolo non viene utilizzato per trasportare merci legate a un’attività commerciale.

 

Il veicolo può anche essere utilizzato per il trasporto di persone, ma la sua classificazione come autocarro implica che è destinato a spostare beni specifici della famiglia.

 

L’uso terzi, invece, si riferisce esclusivamente all’impiego del veicolo per scopi aziendali, ossia il veicolo è strettamente legato all’attività commerciale. Questo mezzo può essere utilizzato dai dipendenti solo per l’attività lavorativa e non per trasportare persone estranee all’azienda.

 

L’uso improprio del veicolo può portare a sanzioni significative e alla sospensione della carta di circolazione. Tuttavia, è comune che si utilizzi il mezzo per uso proprio per ridurre il rischio di sanzioni rispetto al Codice della Strada.

 

Se vuoi saperne di più in merito a investimenti in veicoli aziendali come beni strumentali compila il form per entrare in contatto con il nostro team tecnico e scarica la guida!

Picture of Lorenzo Stefanelli

Lorenzo Stefanelli

Lorenzo collabora con Golden Group in qualità di Adv Specialist.
La sua avventura nel digital marketing inizia nel 2018, in questi anni ha acquisito sempre più esperienza aiutando diverse aziende a creare una strategia digitale di successo.
Nell'ultimo periodo si appassiona alla creazione di contenuti, che realizza per il blog di Beni Strumentali.

Richiedi maggiori informazioni
sui Beni Strumentali

Hai delle dubbi sui Beni Strumentali? Vuoi capire se la tua attività rientra nei parametri per usufruire delle agevolazioni? Contatta gli esperti dei Beni Strumentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *