BENISTRUMENTALI

NUOVA SABATINI

Nuova Sabatini: come presentare domanda per le agevolazioni Beni Strumentali

Reading Time: 2 minutes

La misura “Nuova Sabatini” è un’iniziativa del Ministero delle Imprese e del Made in Italy volta a favorire l’accesso al credito delle imprese e a migliorare la competitività del sistema produttivo nazionale. Le micro, piccole e medie imprese (PMI) possono beneficiare di questa agevolazione, purché soddisfino determinati requisiti. Tutte le informazioni sull’agevolazione sono in questo articolo.

 

Ma come presentare domanda? Quali sono gli step fondamentali per la richiesta? Vediamo nel dettaglio come presentare la richiesta e i requisiti da soddisfare.

 

Domande di agevolazione: compilazione telematica obbligatoria

Il primo passo per richiedere i contributi della Nuova Sabatini è procedere alla compilazione della richiesta di agevolazione in formato telematico

 

L’unico mezzo accettato è l’utilizzo della procedura presente nella sezione denominata “Compilazione domanda di agevolazione” sulla piattaforma informatica dedicata alla misura. La mancata adesione a questa modalità comporterà l’inefficacia della richiesta stessa.

Il Codice Unico di Progetto

Dopo aver completato la richiesta tramite la suddetta procedura, verrà fornito il Codice Unico di Progetto (CUP) associato all’istanza. Il quale dovrà essere incluso nelle fatture elettroniche.

 

Per la precisione, le fatture elettroniche relative ai beni strumentali che hanno ottenuto le agevolazioni, sia quelle d’acconto che quelle di saldo, devono includere il “Codice Unico di Progetto – CUP” nella sezione apposita. 

 

Questo codice sarà reso disponibile durante il processo di finalizzazione della richiesta di accesso al contributo. Inoltre, è necessario menzionare separatamente la norma istitutiva dell’intervento come “art. 2, c. 4, D.L. n. 69/2013” nelle stesse fatture.

Il documento firmato e l’utilizzo della PEC

Una volta firmato digitalmente il documento, è necessario inoltrare la richiesta esclusivamente tramite un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

 

Questa mail PEC deve essere inviata all’indirizzo PEC della banca o dell’intermediario finanziario scelto tra quelli che partecipano all’iniziativa. 

 

È possibile trovare l’elenco aggiornato delle banche e degli intermediari finanziari che hanno aderito all’Addendum alla convenzione tra il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, l’Associazione Bancaria Italiana e Cassa depositi e prestiti S.p.A. nella sezione “Documenti utili” della scheda di presentazione della misura. Visitando il sito ufficiale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

 

La procedura di compilazione telematica delle domande di agevolazione Beni Strumentali, quindi, è abbastanza semplice da seguire

 

Tuttavia, se desideri ottenere ulteriori delucidazioni o consigli dettagliati, ti invitiamo a consultare la nostra guida completa. Qui troverai istruzioni dettagliate e suggerimenti utili per assicurarti di completare la richiesta in modo accurato e senza problemi.



Lorenzo Stefanelli

Lorenzo Stefanelli

Lorenzo collabora con Golden Group in qualità di Adv Specialist.
La sua avventura nel digital marketing inizia nel 2018, in questi anni ha acquisito sempre più esperienza aiutando diverse aziende a creare una strategia digitale di successo.
Nell'ultimo periodo si appassiona alla creazione di contenuti, che realizza per il blog di Beni Strumentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *